Siamo refusi, piccoli errori sfuggiti all’ordine delle cose. Nascosti allo sguardo poco attento, svelati all’ironia e alla curiosità.

Siamo gironi difficili dei giorni difficili, siamo azioni casuali negli atti causali, siamo colli colmi di acerbe intenzioni.

Siamo Re fusi nelle soglie e oltre le soglie, prima e dopo il testo, sul foglio verso bianco, citati tra le quadre.

Esploriamo tra le righe, censuriamo e concediamo, mastri di bottega con lo scalpello tra le parole, liberiamo la bellezza dalla gabbia angusta di una tecnica tiranna.

 

 

 

 


 
Tra virgolette
Schopenhauer.jpg